Nuova passeggiata al parco

Posted: 5 Aprile 2011

Sono passati mesi dalla prima passeggiata per il viale di Maserada con tre bimbe nei mei tai… da allora non è cambiato molto: i bambini portati sono sempre pochissimi.

Questa volta la passeggiata è stata in compagnia di Doris (portatrice più esperta di me) e con Antonella che inaugurava il suo mei tai!

Un’amicizia nata anche grazie a internet e al mio blog… Doris mi ha fermata durante la Fiera Quattro Passi l’anno scorso (tra mamme portatrici ci si ferma a salutarsi!) e mi raccontava di voler cucire un mei tai… io le ho detto che avevo appena messo in rete un tutorial. Lei ha risposto “Sì, lo so, l’ho già visto”… che emozione… allora davvero c’è qualcuno che legge quello che scrivo! (Grazie, Doris!)

Oggi ci siamo ritrovate e c’erano anche Sara e Samuela, per provare ad iniziare una nuova avventura… una associazione da mamma a mamma. Per il momento abbiamo pensato di incontrarci un paio di volte al mese e col tempo decidere come sviluppare le nostre idee. Se abiti in provincia di Treviso e vuoi conoscere altre mamme contattami!

 

14 Comments

  • mammasuperabile 5 Aprile 2011 at 14:17

    che invidia!
    qui nel ridente friuli no porta nessuno e tutti mi guardano strano :'(

    Reply
    • Tiz 5 Aprile 2011 at 14:36

      Ma anche qui… ma dopo 16 mesi che giro con fasce e mei tai almeno i compaesani si sono abituati… Fai come me: cerca altre mamme portatrici (il blog può essere un buon punto di partenza) e organizza delle belle passeggiate… sarete come dei cartelloni pubblicitari in movimento!

      Reply
  • Doris 5 Aprile 2011 at 17:59

    Ciao Tiz, sono proprio contenta di averti conosciuto. Ieri è stato proprio bello… Spero possa durare..e ringrazio Francesca di Equazioni che mi ha ispirato e dato il via a questa mia esperienza (proprio con la sua fascia come ti dicevo) nel 2008 con Veronica. Prima avevo provato con il marsupio ma, per la mia esperienza, è lontano anni luce dalla semplice striscia di stoffa. Il mei tai l’ho scoperto strada facendo e sono arrivata ad usarlo con Zoe.. Spettacolare soprattutto per la comodità.. Ma mammasuperabile…Dovresti andare fiera.. porti una “nuova” sana cultura anche dove non c’è.. anch’io ho vissuto in Friuli e mi divertivo vedere le facce stranite di chi mi incontrava. Anche se devo dire che lassù ho quasi sempre avuto riscontri positivi.. al contrario di qua! Forza, continua.
    E ancor complimenti Tiz per ciò che fai, a presto.

    Reply
    • mammasuperabile 9 Aprile 2011 at 01:11

      grazie per la solidarietà!
      la diffidenza la trovo più nella gente giovane che negli anziani che forse queste nostre “stranezze” le usavano già da tempo

      Reply
  • anto 5 Aprile 2011 at 22:31

    eh sììì!!! è stato davvero un bel pomeriggio!!! sono proprio contenta del mei tai….grazie tiz che li cuci…..che fai dolcetti fantastici…..(ad un incontro tra mamme potresti insegnarci qualcosa….) e son proprio contenta di averti conosciuto….sei l’unica paesana che frequento!!! e grazie doris che mi hai fatto conoscere tiz…..e grazie anche per tutto il resto…. Mi spiace solo di aver conocsiuto un pò tardi il mei tai, vedo giovanni che me lo chiede….e mi dico meglio tardi che mai!!! ora dico a tutte le mamme che esiste questa cosa fantastica…..

    Reply
    • Tiz 5 Aprile 2011 at 22:51

      🙂 che entusiasmo! Grazie… mi hai dato una bella ricaricata!

      Reply
  • tatiana 7 Aprile 2011 at 16:14

    Carissime mamme ormai per me è troppo tardi per usare il mei tai,il mio bimbo ha otto anni!,ma vi do un consiglio per divulgarlo. Come sai Tiz io ho un negozio di abbigliamento biologico a Conegliano,(ti aspetto ancora!) e molte clienti, essendo tutte clienti “Biologiche” e interessate a queste “stranezze” lo cercano,ma non lo trovano neanche da me. Vi consiglio allora di venire sabato 9 e domenica 10 aprile a Cison di Val Marino alla prima edizione di BIETICA con il vostro mei tai e lì troverete sicuramente persone che capiranno. Due giorni molto interessanti, per le attività per bambini oltre che per le interessanti conferenze.Consultate il sito http://www.bietica.it
    Ovviamente ci sarò anch’io con i miei capi.
    Vi aspetto Tatiana

    Reply
    • Tiz 7 Aprile 2011 at 16:58

      Grazie per la segnalazione! Mi piacerebbe tantissimo venire (sarebbe anche la volta buona che ci vediamo!)… ma ho appena provato la febbre… ahi ahi! Confido nella mia capacità di guarigione e nell’omeopatia…

      Reply
  • Monica 7 Aprile 2011 at 23:44

    Ciao. Che bella cosa, pensa che io a Maserada ci sono nata e cresciuta! Porto il mio piccolo Teo col mei tai(da me ribattezzato mei teo) dove vivo ora,un piccolo paese sulle dolomiti. Inutile dire che spesso gli sguardi sono alquanto straniti, ma io ne vado fiera!
    Ogni tanto torno a Maserada,se ti vedrò lungo il viale con l’inconfondibile”accessorio”,giuro che ti inseguirò per chiederti un autografo!

    P.S. Il muretto della foto:da bambina ci perdevo le ore ad osservare gli occhi degli animali, fatti con le pietruzze colorate.

    Reply
    • Tiz 8 Aprile 2011 at 11:31

      Se passi per Maserada mandami una mail: così facciamo una “nuova passeggiata sul viale”! E magari ti offro un caffè!

      Anch’io ho passato ore ferma davanto a quel muretto… coi miei figli che si perdevano a guardare gli animali!

      Reply
  • Ele 14 Aprile 2011 at 16:42

    Dove vivo io non l’ho ancora visto a nessuno (e non è un paesino…), e quando lo uso mi guardano tutti un pò straniti…o_O

    Reply
    • Tiz 14 Aprile 2011 at 20:00

      Bello, no? 😉

      Reply
  • vickyart 16 Aprile 2011 at 17:36

    Ciao! bellissimo il libro! senti ma fino a ke età è possibile portarli? o precisamente fino a ke peso??? io ho comprato quello da montagna l’anno scorso peccato a nn saperlo prima!

    Reply
    • Tiz 16 Aprile 2011 at 23:52

      Ciao Vicky,
      Col mei tai porti finché ce la fai e il tuo bimbo te lo chiede… normalmente fino a 15 chili circa, il che significa più o meno fino ai 3 anni. Dopo è difficile che si facciano ancora trasportare.Il bimbo che vedi nella foto ha due anni e mezzo e gradisce parecchio… poi ci sono bambini che molto prima preferiscono essere liberi e camminare da soli.
      Lo zaino da montagna io me l’ero fatto prestare per Luca (quando ancora non conoscevo, ahimè, fasce e mei tai!) e l’ho trovato scomodo… già vuoto pesa un botto! Poi è vero che ha una struttura che “porta”, ma è anche vero che il bimbo dentro sballonzola e non sta bene attaccato alla schiena di chi porta, quindi sbilancia parecchio con conseguente sensazione di peso maggiore…
      Comunque se sai cucire anche un minimo con poco un mei tai te lo puoi cucire: non è difficile e dà soddisfazioni!

      Reply

Rispondi a anto Annulla risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

X