4 chiacchiere in fascia

Locandina 2015banner
Anno nuovo e ancora altre novità. Questo mio blog è nato cinque anni fa soprattutto con l’intento di promuovere e far conoscere il mondo del portare in fascia. Sono passati pochi anni, ma le cose sono cambiate moltissimo e le informazioni in rete sono ora tantissime. Rimane però l’esigenza, da parte di molti genitori, di potersi informare dal vivo, di poter toccare e vedere per capire davvero come funziona questa pratica ancora poco conosciuta.

Cosa avrei dato all’epoca per poter vedere un’altra mamma con una fascia, per poter avere un consiglio, un aiuto o anche solo per condividere questa esperienza così forte che stavo facendo quasi in solitaria!

In questi anni di esperienza ho aiutato molti genitori, non solo chi acquistava da me un supporto, ma anche chi aveva già una sua fascia o un mei tai autoprodotto. Ho pensato, visto che le richieste sono in continuo aumento, di organizzare degli incontri, non più individuali a casa mia, ma di gruppo e per farlo sarò gentilmente ospitata nella Biblioteca del mio Comune, Maserada sul Piave (TV) che patrocina l’iniziativa.

Darò la possibilità di vedere e provare la fascia elastica, il mei tai, la fascia rigida e la fascia ad anelli.

Non saranno semplici incontri informativi sul portare e sui supporti, saranno aperti anche a chi già usa fasce o altri strumenti in modo da diventare momenti di condivisione, confronto, auto-aiuto.

Per fugare ogni dubbio: io non sono una consulente, non ho una formazione in nessuna scuola. Sono autodidatta, ho portato i miei primi due figli con il marsupio e gli ultimi due con vari supporti più ergonomici, Febe dal suo primo mese di vita e Samuel dal giorno dopo la sua nascita. Quindi non ho certificazioni, ma sei anni di esperienza di portare continuativo, con fasce elastiche e rigide, mei tai, fasce ad anelli e tubolari, pashmine e capulana, supporti fatti con vari tessuti, estate e inverno, con il pancione, in ferie, allattando… Ho conosciuto e aiutato moltissimi genitori che si avvicinavano al portare ed è tutto questo che metterò a disposizione nei miei incontri per creare un cerchio di mamme (e papà) accomunati da questa mia stessa passione o curiosi di saperne qualcosa di più.

Se siete nella zona vi aspetto!

Allattare in tandem

“Woman stooping towards numeorus children” – G.Vigeland Photo di Sketchy

Oggi finisce la Settimana mondiale dell’Allattamento Materno e io colgo l’occasione per parlare di nuovo di allattamento. Questa volta dell’allattamento in tandem.

Allattare in tandem (LLL) significa allattare due fratelli di età diversa. Il neonato e il fratellino più grande.

Quando una donna che sta allattando rimane incinta si sente spesso dire, se ancora sta allattando che deve smettere perché rischia di perdere il bambino. Come molte altre credenze spesso supportate da professionisti anche questa non è vera. Allattare in gravidanza, se non ci sono problemi, si può fare. Ma è una scelta “fisiologica”? Segue la natura?

Continua a leggere Allattare in tandem

Il parto autogestito

Nonostante le mie esperienze e ciò che ho raccontato sulla gestione del parto non mi ritengo una fanatica del parto naturale. Come ho più volte scritto, qui e in giro per il web ogni donna ha il diritto di vivere il suo parto come lo desidera. In un bosco, in un ospedale super attrezzato, aiutata da canti e danze o dall’epidurale.

Io ho scelto per due volte casa nostra e l’ultima volta l’ostetrica è arrivata a cose fatte. Ho coronato il mio desiderio di partorire da sola, di gestire quel momento a modo mio. E’ stato un sogno che si è realizzato perché Samuel è nato in un orario in cui l’ostetrica non poteva arrivare in tempo. Un colpo di fortuna…

Continua a leggere Il parto autogestito

Chi fa nascere i bambini?

Nei giorni che sono seguiti alla nascita di Samuel ho avuto modo di riflettere su molti aspetti di questo evento. La prima cosa che ho notato e che, devo dire, mi ha disturbata parecchio è stata la reazione di quasi tutte le persone che hanno saputo com’è avvenuta questa nascita.

I commenti scherzosi sul ruolo di ostetrico di Andrea sono spesso diventate affermazioni serie: “L’ha fatto nascere lui”, “Per fortuna avevi Andrea che te l’ha tirato fuori!”… dapprima seccata per questa interpretazione che ribaltava i ruoli ho poi provato un’immensa tristezza per quelle donne che, pur avendo partorito dei figli non avevano avuto modo di essere protagoniste dei loro parti. E non parlo di autogestione, parlo di spingere, di sentire che stai facendo nascere tuo figlio, non che qualcuno te lo sta tirando fuori…

Continua a leggere Chi fa nascere i bambini?

Samuel

Con immensa gioia annuncio la nascita di Samuel! Il 18 maggio alle 7.45 del mattino, dopo un travaglio lampo è nato il nostro piccolo, accompagnato al mondo dalle mani della mamma e accolto tra le braccia di papà!

E tra la gioia dei fratelli mentre già ciuccia di gusto!

E il primo giro in mei tai a un giorno di vita…

A presto!

La casetta di primavera

Eccomi qui, con la mia pancia da fine gravidanza. Undici anni fa ci ero passata per la prima volta... eh sì, Tabita ha già compiuto 11 anni… e per fortuna il piccoletto ha deciso di aspettare e di non condividere la data di nascita con la sorella!

E noi abbiamo avuto il tempo di organizzare un compleanno come si deve. Con la torta che Tabita desiderava tanto! La ricetta è sempre questa, ma il divertente è stato fare la versione primaverile:

Ovviamente la parte più divertente per Tabita e le sue amiche è stata la demolizione!

Portare… con la pancia!

Ho portato Febe in fascia o mei tai fin da quando aveva un mese. Adesso che ne ha 26 la porto solo quando è necessario: se ho fretta (500 metri con lei si fanno in un’oretta…), se devo “guidare” il Pedibus, se devo uscire e piove… ma ormai si tratta solo di rare occasioni. Un po’ perché lei è grande e preferisce camminare, un po’ perché a causa della nuova gravidanza la mia schiena non regge più molto.

Continua a leggere Portare… con la pancia!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...