«

»

Dolci natalizi e pasta madre

Anni fa ho sentito parlare per la prima volta della pasta madre. Ero riuscita a farmela da sola e per un paio d’anni l’ho mantenuta viva preparando pane, pizze, dolci… Poi l’ho abbandonata… L’anno scorso ci ho riprovato; l’esperimento ha funzionato di nuovo, ma non ho avuto la pazienza di aspettare che maturasse bene e un’altra volta l’ho lasciata morire.

Adesso, leggendo il blog di Daria, me ne è tornata voglia e ho scoperto che i miei vicini di casa sono possessori di pasta madre e, con la mia faccia tosta gli ho chiesto di spacciarmela! Ce l’ho da tre giorni e ho già fatto due volte il pane, pandoro e panettone… Ecco le ricette che ho seguito… mentre Febe divora pasta madre pura e gira per casa dicendo a tutti “acota… booona pata made!”

Per il pandoro la ricetta senza sfogliatura; l’anno scorso avevo fatto quello sfogliato, decisamente molto più buono, ma per un pandoro veloce anche questa è ottima! Le foto sono degli impasti prima e dopo la lievitatura.

E poi Daria ha pubblicato la sua ricetta per i panettoncini vegan. Devo ammettere che ero un po’ scettica sulla reale bontà del risultato… niente uova, niente burro… che torta è?!? Ogni tanto faccio qualche dolce vegan, soprattutto quando non ho uova in casa e alcune ricette danno ottimi risultati, ma non hanno mai la pienezza di sapore di quelle tradizionali. Be’, questa mi ha stupita… un profumo, un gusto, una morbiedzza che non mi aspettavo!

Il primo impasto prima e dopo la lievitatura

I panettoncini appesi a raffreddare

e Febe che per mezz’ora è rimasta a fissarli, corrucciata perché non li poteva assaggiare subito!

Infine il risultato finale. Ho commesso un errore: ho aggiunto le gocce di cioccolato al secondo impasto e, durante la lievitatura si sono sciolte (me ne sono ricordata subito dopo averle messe, ma ormai…)  e così ho fatto i panettoncini variegati al cioccolato!

Provatela! Se non avete la pasta madre potete sostituirla con un lievitino fatto di farina (50 gr) , acqua (100 gr) e lievito di birra (20 gr). Siete giusto in tempo per Natale…

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

3 comments

1 ping

  1. Daria

    Beh! direi che sono venuti proprio bene! Mi fa piacere che la ricetta abbia avuto successo! E poi Febe che assaggia la pasta madre è fantastica!

  2. Irene

    Tiz, la coincidenza è davvero bella. Proprio domenica scorsa sono stata a fare un laboratorio di panificazione e dopo molto tempo che lo desideravo anche io ho avuto la mia pasta madre. Proprio ieri l’ho “rifrescata” per fare il pane e proprio oggi (due ore fa) ho impastato per la prima volta il mio pane fatto in casa con pasta madre. Mi sembrava bello mangiarmi il mio pane per Natale. Vediamo che viene fuori.
    Il pane e i dolci li faccio spesso, ma fino ad ora non avevo pasta madre. Adesso devo vedere se mi viene bene il pane e poi proverò le tue ricette per i dolci.
    Mi sembra che tra le tante cose condividiamo anche la passione per gli impasti che lievitano. Io adoro schiacciatine, pane, panettoni, schiacciate di pasqua e tutto ciò che si deve lavorare con le mani e che “vive”.
    PS Mi sa che anche Febe condivide la nostra passione.

    1. Tiz

      C’è qualcosa che ci unisce, lo sento! Adesso aspetto il tuo articolo sul pane!

  1. Pasta madre e macchina per il pane » My Mei Tai

    […] pasta madre e di come me l’ero procurata avevo già parlato. Adesso, a distanza di un mese da quando […]

Rispondi

%d blogger cliccano Mi Piace per questo:

site tracking with Asynchronous Google Analytics plugin for Multisite by WordPress Expert at Web Design Jakarta.